Banca Popolare di Vicenza: processo sospeso fino a settembre

Banca Popolare di Vicenza: processo sospeso fino a settembre

Lo scorso sabato, presso il Tribunale di Vicenza, si è svolta l’ennesima udienza della vicenda giudiziaria riguardante il crac dell’ex popolare vicentina.

Agli avvocati presenti in aula, il G.U.P. Dott. Roberto Venditti ha dato lettura di un’ordinanza, con cui è stata disposta la sospensione del processo fino al prossimo 29 settembre.

Si è già ricordato, infatti, che, nelle scorse settimane, i legali di alcuni imputati avevano chiesto lo spostamento dell’iter giudiziario da Vicenza a Trento, a causa di una serie di circostanze (tra cui, per esempio, il prorompente clamore mediatico rivestito dalla vicenda) che, a detta delle difese, priverebbero l’intero ufficio giudiziario vicentino della necessaria serenità di giudizio.

Ebbene, su tale istanza, è la Corte di Cassazione a doversi pronunciare ed è, altresì, notizia della scorsa settimana che la questione, assegnata alla V sezione, dovrebbe essere decisa intorno alla seconda decade di settembre (la discussione è, infatti, stata fissata per il 14 settembre, come riportato anche da https://www.ilgazzettino.it/vicenza_bassano/crack_popolare_vicenza_udienza_congelata-3801349.html).

Nell’attesa, dunque, che i Supremi Magistrati facciano definitiva chiarezza sul punto, il G.U.P non ha potuto fare altro che applicare il codice di procedura penale e, di conseguenza, disporre il “congelamento” del giudizio, attualmente ancora in fase di udienza preliminare.

Fortunatamente, questa dilatazione delle tempistiche non avrà particolari risvolti negativi per i risparmiatori traditi, posto che, in questo arco temporale, i termini di prescrizione rimarranno sospesi nei confronti di tutti gli imputati.

Lo Studio Legale Vi aggiornerà prontamente sui futuri sviluppi della vicenda che, presumibilmente, dovrebbero giungere dopo l’estate.

Avv. Romina Zanvettor

Avv. Marco De Nadai

Banca Popolare di Vicenza: processo sospeso fino a settembre

Commenta