Cumulabilita’ “Tremonti Ambiente” e conti energia: come agire

Cumulabilita’ “Tremonti Ambiente” e conti energia: come agire

E’ in scadenza il termine stabilito dal GSE con la propria nota del 22 novembre 2017 (https://www.gse.it/servizi-per-te/conto-energia-chiarimenti-in-merito-alla-possibilita-di-cumulo-tra-conto-energia-e-cd-tremonti-ambiente), per la rinuncia alla detassazione fiscale della “Tremonti Ambiente” (art. 6, commi 13-19, della Legge n. 388/2000), ovverosia il 22 novembre 2018.

La questione della cumulabilità o no delle tariffe incentivanti, disciplinate dai Conti Energia diversi dal II, con la “Tremonti Ambiente” e la posizione assunta dal GSE con la citata comunicazione è stata già affrontata in un approfondimento pubblicato sul sito dello Studio Legale RXLEX (http://www.rzlex.it/la-cumulabilita-della-legge-tremonti-ambiente-e-le-tariffe-incentivanti/).

Per adeguarsi alle indicazioni del GSE, è necessario rinunciare al beneficio fiscale goduto, dandone comunicazione all’Agenzia delle Entrate ed esibendo la relativa documentazione anche al Gestore. Detta rinuncia al beneficio fiscale, non essendoci a oggi puntuali indicazioni, potrebbe avvenire nei seguenti modi:

– mediante l’invio di una dichiarazione integrativa a sfavore delle dichiarazioni dei redditi del periodo in cui si ha usufruito dell’agevolazione. Questa forma pare la più condivisibile alla luce del meccanismo di fruizione del beneficio (consistente in una variazione in diminuzione della base imponibile dell’IRES) e in linea con alcune pronunce di prassi dell’Amministrazione finanziaria datate;

– attraverso la presentazione di un’istanza di rimborso nel termine dei 48 mesi decorrenti dal termine per il versamento a saldo delle imposte relative all’anno di imposta di competenza dell’agevolazione e si sostanzierebbe nella ripetizione di quanto indebitamente ricevuto a seguito della fruizione del beneficio.

Chi avesse già ricevuto il provvedimento di avvio del procedimento di revoca degli incentivi da parte del GSE e sospensione dell’erogazione delle tariffe in autotutela, può impugnare il predetto atto avanti al TAR, per chiederne l’annullamento.

Si segnala, sul tema, il recente parere n. 67/2018 del Consiglio di Stato (https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=HKUZFB667GHJECPI23AIZXSPU4&q=tremonti%20or%20ambientale ), che si è espresso in favore di parte ricorrente, sospendendo l’efficacia del provvedimento impugnato limitatamente alla cessazione dell’erogazione degli incentivi disposta dal GSE.

Se coinvolti nella vicenda affrontata, Vi invitiamo a prendere contatti con lo Studio Legale RZLEX dell’Avv. Romina Zanvettor, che fornirà assistenza sia in merito alla gestione della pratica presso il GSE, ovvero all’attività di natura fiscale, sia alla controversia in via giudiziale.

Cumulabilita’ “Tremonti Ambiente” e conti energia: come agire

Commenta