Fondo di risarcimento per le vittime di reati finanziari: in arrivo il Decreto attuativo

Fondo di risarcimento per le vittime di reati finanziari: in arrivo il Decreto attuativo

Il Fondo di risarcimento delle vittime di reati finanziari, previsto dalla Legge di bilancio, sta per completare il suo iter e, nel giro di pochi giorni, dovrebbe venire alla luce.

Nonostante il Governo in carica si trovi nella fase conclusiva del suo mandato, il Mef ha definito i contenuti (criteri di accesso, modalità di erogazione, entità dei rimborsi) del Decreto attuativo per far partire il Fondo di ristoro.

Prima dell’emanazione definitiva si attende, tuttavia, il parere del Consiglio di Stato che, comunque, non dovrebbe tardare ad arrivare.

Il Fondo, nello specifico, prevedrà una dotazione di 100 milioni di euro in quattro anni (dal 2018 al 2021) e sarà finanziato attraverso il Fondo interbancario di garanzia e il Fondo dei conti dormienti.

Vi potranno accedere anche i risparmiatori (senza distinzione alcuna tra obbligazionisti e azionisti) delle ex Popolari Venete (Popolare di Vicenza e Veneto Banca) che siano stati vittime di un danno “ingiusto”, riconosciuto da una sentenza del giudice ovvero attraverso il ricorso alla Camera arbitrale dell’Anac.

In merito, il sottosegretario all’Economia ha manifestato l’idea di non inserire troppi vincoli per consentire a chiunque di presentare la domanda e dimostrare di aver subito un danno ingiusto.

Lo Studio Legale, non appena saranno resi noti i contenuti definitivi del Decreto attuativo, provvederà immediatamente ad informarVi.

Avv. Romina Zanvettor

Dott. Marco De Nadai

 

Fondo di risarcimento per le vittime di reati finanziari: in arrivo il Decreto attuativo

Commenta