Intesa Sanpaolo rinuncia alla garanzia dello Stato sull’ammontare detenuto di titoli emessi da BpVi e Veneto Banca

Intesa Sanpaolo rinuncia alla garanzia dello Stato sull’ammontare detenuto di titoli emessi da BpVi e Veneto Banca

Intesa Sanpaolo ha comunicato che, a seguito del completamento delle possibili operazioni di riacquisto dei titoli obbligazionari emessi dalle ex Popolari Venete, l’istituto procederà all’annullamento dei titoli in suo possesso e, conseguentemente, alla rinuncia della relativa garanzia dello Stato.

Tale comunicato conclude una vicenda che risale all’inizio del 2017, periodo in cui Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, che versavano, già all’epoca, in una situazione di insolvenza, erano impossibilitate a finanziarsi a costi ragionevoli.

E’ accaduto che, con l’entrata in vigore del D.L. 23 dicembre 2016, n. 237, i due istituti (oggi entrambi in l.c.a.) hanno potuto emettere obbligazioni a tasso fisso garantite dallo Stato, riuscendo così a rastrellare, tra gli investitori istituzionali, la liquidità necessaria a costi più sostenibili.

Nel giugno successivo, inoltre, quando Intesa Sanpaolo si fece carico della c.d. “good bank”, ovvero la parte “buona” dei due istituti, e dei relativi dipendenti, le obbligazioni garantite dallo Stato passarono a tutti gli effetti a Intesa, con l’obbligo, in capo a quest’ultima, di farsi carico dei pagamenti cedolari e del futuro rimborso dei bond.

Lo scorso dicembre, infine, il gruppo bancario cessionario ha deciso il riacquisto dei titoli mediante un’operazione di “liability management”, conclusasi positivamente all’inizio di aprile e seguita, in rapida sequenza, dall’annullamento dei titoli in suo possesso e dalla comunicazione al Tesoro di rinuncia alla relativa garanzia dello Stato.

Si segnala, da ultimo, che il comunicato di Intesa si riferisce, specificamente, all’annullamento di sei obbligazioni: due emesse da BpVi, per un importo complessivo di 5,2 miliardi (di cui 4,8 miliardi detenuti da Intesa) e quattro emesse da Veneto Banca, per un complessivo importo di 4,9 miliardi (di cui 4,5 detenuti da Intesa).

Avv. Romina Zanvettor

Dott. Marco De Nadai

Intesa Sanpaolo rinuncia alla garanzia dello Stato sull’ammontare detenuto di titoli emessi da BpVi e Veneto Banca

Commenta