Veneto Banca: aperto un nuovo filone di indagini

Veneto Banca: aperto un nuovo filone di indagini

Mentre tutti si attendevano che, ormai, prima dell’estate, nessuna novità sarebbe giunta sul versante “Veneto Banca”, la scorsa settimana si è diffusa una notizia che, invece, consente di ipotizzare nuovi possibili scenari.

Infatti, come riportato anche da “La Tribuna” (sul punto si rimanda al seguente link http://tribunatreviso.gelocal.it/treviso/cronaca/2018/06/20/news/dissesto-di-veneto-banca-la-procura-di-treviso-apre-una-nuova-indagine-1.16981858), la procura di Treviso, competente sul crac dell’ex popolare montebellunese da quando Roma le ha trasferito il relativo processo, ha aperto un nuovo fascicolo d’indagine sull’intervenuto crollo di Veneto Banca.

Dalle indiscrezioni trapelate, sembrerebbe che l’inchiesta, attualmente ancora a carico di ignoti, farebbe seguito a numerose denunce di ex soci e mirerebbe ad aprire una lente di ingrandimento sull’attività di certificazione dei bilanci svolta, per conto dell’ex popolare veneta, dalla società di revisione PricewaterhouseCoopers spa (Pwc).

I magistrati trevigiani, in particolare, vorrebbero chiarire se vi siano stati episodi di certificazioni non veritiere sull’effettivo stato di salute di Veneto Banca (in parole semplici, si vorrebbe appurare se qualcuno abbia manipolato i numeri di bilancio per nascondere la reale situazione finanziaria dell’istituto di credito) e, per tale motivo, stanno indagando per il reato di falso in revisione.

Lo Studio Legale terrà monitorata la vicenda e, non appena dovessero emergere elementi più concreti in merito ad un’eventuale responsabilità di Pwc (o di altri soggetti), provvederà ad informarVi senza ritardo.

Avv. Romina Zanvettor

Avv. Marco De Nadai

Veneto Banca: aperto un nuovo filone di indagini

Commenta